Ville e Giardini

Le opportunità che Roma offre ai suoi visitatori, rilassanti passeggiate o riposo a contatto con la natura sono molte e tutte contengono sorprese e storie uniche. Città, giardini e parchi rappresentano un’enorme ricchezza che la città ha una dote, dove puoi scoprire panorami e atmosfere coinvolgenti. Di seguito offriamo alcuni consigli, per entrare in contatto con la Roma delle nobili proprietà e l’anima verde e tranquilla.

Villa Torlonia

La più recente delle nobili ville romane, ricca di molti edifici dal design artistico in tutto il parco, può dare suggerimenti e sorprese grazie al giardino in stile, uno dei pochi esempi della città di Roma.

Commissionato da Giovanni Torlonia, per testimoniare il prestigio raggiunto dalla famiglia, all’inizio del 1800 incaricò Giuseppe Valadier della sistemazione sigillata dell’allora Villa Colonna, a Nomentana. Negli anni successivi, da Alessandro Torlonia, figlio di Giovanni, furono richiesti altri ad alterazioni di alcune strutture e nuove costruzioni.

L’edificio principale è il Casino Nobile, residenza di famiglia Torlonia. Al centro dei viali simmetrici, che caratterizzano questa area del parco, dà Valadier. È stato anche oggetto di successivi interventi da parte di Caretti. chi, tra la maestosa sala da ballo è la sala egizia al piano superiore, c’è un esempio unico della cultura artistica dell’epoca.

Sede del Museo della Villa è possibile ammirare, tra le varie opere, le sculture rinvenute in vari luoghi nella Villa dei rilievi in ​​stucco Antonio Canova.

Nel seminterrato si trovano, restaurati, i bunker di gas e gli antiaerei desiderati da Mussolini, quando soggiorna in Villa, mentre al piano terra c’è una sezione documentaria che illustra la storia della Villa attraverso i film. Sede dell’importante Museo della Scuola Romana dove sono esposte opere, tra le altre, di Can, Donghi, Trombadori e Antonia Raphael.

Nel Casino dei Principi, che ospita l’Archivio della Scuola Romana, e una mostra temporanea.

Costruzione insolita ma affascinante I gufi di hoot ospitano un interessante museo dedicato alle vetrate. Da nessuna parte puoi trovare una collezione di finestre così vasta e completa.

Il fascino di questo edificio è esaltato dalla zona in cui è collocato; dove compagnia altri edifici e mobili sparsi, tra sentieri tortuosi, stagni, stile fantastico.

Info, Orari Via Nomentana, 70 h 7-19, dal 1 aprile al 30 settembre h 7-20.30

Tel. 060606, Email info@museivillatorlonia.it

Il roseto comunale

A pochi minuti a piedi dal Circo Massimo, alle pendici dell ‘Aventino, è uno dei siti più poetici di Roma. Il Roseto Comunale è un posto meraviglioso che può avvolgere il visitatore in un vortice di colori e profumi che stupiscono e stregano. La storia di questo straordinario spazio racconta di rituali e festival dedicati alla dea Flora, che descrive come Tacito in Annali, in cui parla di un tempio dedicato alla dea da cui salpò “floralia” che ebbe luogo nel Circo Massimo. Fino al XVI secolo erano presenti frutteti e vigneti, divenendo poi, nel 1645, il Giardino degli Ebrei, dove uno spazio era riservato al cimitero della comunità.

Con lo spostamento del cimitero ebraico di Verano nel 1934, l’area rimase incolta fino al 1950 quando la contessa Mary Gailey Senni, amante della natura ed esperta di botanica, promosse la realizzazione del Roseto Comunale.

Forse è tempo che gli uomini vivano in questa zona fin dai tempi antichi, o forse è la cura della terra con cui si sono alternate diverse generazioni o, probabilmente, sono entrambe per dare al Roseto un’atmosfera straordinaria, quasi magica che trascende, a volte, la bellezza ed eccezionale contenuto floreale. Perché il roseto comunale è molto ricco e ha una magnifica collezione di esemplari.

Esistono circa 1.100 specie di rose da tutto il mondo, tra cui la rosa con petali verdi, la Chinensis Virdiflora e la curiosa cinese Jenny, che col passare dei giorni cambia colore.

Un’ampia collezione è dedicata alle rose botaniche antiche e moderne, mentre un’altra area è dedicata alla conservazione delle rose che hanno visto il Premio Roma, il prestigioso evento che dal 1933 si svolge, ogni anno, a Roseto.

Info, Orari Via di Valle Murcia, 6, Slope the Publicii, 3. Apertura con fioritura (da maggio a ottobre) h 8.30-18

Tel. 06 5746810, e-mail rosetoromacapitale@comune.roma.it

Il giardino degli aranci

Molto vicino al Roseto Comunale C’è un luogo romantico e imperdibile, tra cui l’identificazione della “Grande Bellezza” evocata ogni volta che pronunci la parola Roma: The Orange Garden. Questa grande finestra che domina la Città Eterna, penetrando con il suo estasiato da Tevere, dall’Altare Patria, dall’Isola Tiberina, dai Templi del Foro Boario fino al Gianicolo che sorpassa la Cupola di San Pietro, si trova sul colle Aventino. Il Giardino Parco Savelli Ha un’estensione di quasi 8000 mq, ex fortezza, voluta dalla famiglia Savelli, lo era

Leave a Reply